Alphabet: ABC … Dividendi
World in Motion – Blog azionario globale

Alphabet: ABC … Dividendi

Alphabet, con il motore di ricerca dominante Google, il sistema operativo Android e la piattaforma YouTube, è un business impressionante1

Negli ultimi cinque anni ha generato un margine lordo superiore al 55% e un EBITDA (utili al lordo di interessi, imposte, deprezzamenti e ammortamenti) di oltre il 30%. Nel corso di questo periodo l’intensità di capitale (spese in rapporto al fatturato) in termini percentuali è stata contenuta, il che ha permesso alla società di conseguire un margine di free cashflow (FCF) straordinario, pari al 20%, e un interessante rendimento da FCF prospettico del 6,5%2.
Ricerchiamo società capaci di generare livelli elevati di FCF in modo sostenibile, ma che al tempo stesso siano in grado di amministrare in maniera responsabile questa liquidità. La domanda sorge quindi spontanea: cosa dovrebbe fare Alphabet con questa disponibilità di capitale? Le opzioni sono quattro: investire nella società, effettuare acquisizioni, restituire la liquidità agli azionisti o lasciare che si accumuli nel bilancio. Un’allocazione intelligente del capitale richiede un equilibrio adeguato tra queste possibilità di impiego del capitale. Come sta agendo quindi Alphabet?

A nostro avviso, le attività principali dell’azienda presentano un posizionamento e investimenti solidi. In effetti, la R&S è aumentata da 6 miliardi di dollari nel 2012 a 38 miliardi di dollari nel 2022, con una crescita dell’intensità di R&S pari a 30 pb nel periodo al 13,4% del fatturato, e un numero di dipendenti che è passato da 53.861 nel 2012 a 186.779 alla fine del terzo trimestre del 2022. Allo stesso modo, la spesa in conto capitale è schizzata a 24,6 miliardi di dollari nel 2021 dai 3,3 miliardi di dollari nel 2012, con un incremento dell’intensità di capitale di 250 pb al 9,6%. Non si riscontra nessun indebitamento nella spesa per investimenti, nonostante l’aumento del fatturato di oltre 5 volte nell’ultimo decennio3. È chiaro che c’è ancora un margine di miglioramento, continuando a investire al contempo in aree chiave di crescita come l’intelligenza artificiale, la ricerca e il cloud. La chiusura della piattaforma di videogiochi Stadia4 sembra rappresentare un passo importante e suggerisce che l’intensità degli investimenti non aumenterà. Il recente annuncio del taglio di 12.000 posti di lavoro5 – circa il 6% della forza lavoro – è un altro segnale di cambiamento in un’azienda che storicamente non si è mai preoccupata dei costi.

A nostro avviso, è improbabile che si verifichino acquisizioni di portata significativa, vista la stretta normativa sulle “big tech”. Le opzioni rimaste sono quindi la restituzione del capitale o l’accumulo di liquidità. Negli ultimi cinque anni Alphabet ha decuplicato i riacquisti netti di azioni, passando da 5 miliardi di dollari nel 2017 a 50 miliardi di dollari nel 2021, ma nonostante ciò la liquidità netta è cresciuta di quasi 30 miliardi di dollari, attestandosi a 111 miliardi, pari a circa l’8% della capitalizzazione di mercato6. Alphabet si sta quindi muovendo nella giusta direzione, ma ciò non è sufficiente e a nostro parare l’introduzione di un dividendo significativo dimostrerebbe un impegno genuino per una regolare restituzione del capitale. Facciamo notare che nelle relazioni annuali l’azienda non dichiara più esplicitamente che non intende corrispondere un dividendo.
Figura 1: Evoluzione del numero delle azioni di Alphabet, Apple e Microsoft
Figure 1: Share count evolution of Alphabet, Apple and Microsoft

Fonte: Bloomberg, dicembre 2022. Media ponderata delle azioni soggette a diluizione. Apple si colloca sull’asse di sinistra, Alphabet e Microsoft su quello di destra.

Sebbene alcuni possano vedere il dividendo come una conferma che la crescita della società abbia raggiunto il picco, dato il rendimento da FCF del 6,5%, pensiamo che questo sia già stato scontato dal mercato. I vantaggi di guardare con favore alla maturità – non da ultimo una potenziale nuova base di investitori – sono molteplici e Alphabet non sarebbe la prima azienda tecnologica a intraprendere questo percorso. Apple ha iniziato a distribuire dividendi nel 2012 e da allora ha ridotto il numero di azioni di quasi il 40%, restituendo agli azionisti ben 675 miliardi di dollari, pari a circa il 95% dell’FCF generato nel periodo. Microsoft ha iniziato a effettuare distribuzioni nel 2003 e negli ultimi dieci anni ha ridotto il numero di azioni di circa il 12%, restituendo agli azionisti circa 290 miliardi di dollari (pari a circa il 75% dell’FCF)7.

I dividendi possono risultare un argomento poco interessante, ma il dibattito che ne deriva sui futuri piani di investimento di una società è importante. Riteniamo che la disciplina di una regolare restituzione del capitale, attraverso i dividendi e i riacquisti di azioni, sia sottovalutata in quanto contribuisce a promuovere un’allocazione del capitale superiore. Ravvisiamo alcuni segnali incoraggianti da parte di Alphabet che indicano un miglioramento dell’allocazione del capitale; a nostro avviso, la distribuzione di dividendi sarà la fase successiva.

Crediamo che l’azienda possa offrire tutto ciò continuando a investire in maniera massiccia per ottenere una posizione di leader nei settori IA, della ricerca e del cloud. Siamo convinti che questo cambiamento sarebbe molto apprezzato dagli investitori.
23 Febbraio 2023
A photo showing Jonathan Crown
Jonathan Crown
Gestore di portafoglio
Condividi l’articolo
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Apple web badge
Spotify web badge
Listen on Stitcher badge
Febbraio 2023
Condividi l’articolo
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email

1 La menzione di azioni specifiche non è una raccomandazione
2 Bloomberg, aggiornato a gennaio 2023
3 Analisi Columbia Threadneedle dei dati Bloomberg, gennaio 2023
4 Google, Un messaggio su Stadia e la nostra strategia di streaming a lungo termine, 29 settembre 2022
5 BBC, la casa madre di Google Alphabet taglierà 12.000 posti di lavoro, 20 gennaio 2023
6 Reuters, Alphabet stabilisce un record di profitti, prevede di riacquistare 50 miliardi di dollari, 27 aprile 2021
7 Analisi Columbia Threadneedle dei dati Bloomberg, gennaio 2023

Informazioni importanti

Avvertenze: esclusivamente ad uso di investitori professionali e/o a tipologie di investitori equivalenti nella propria giurisdizione (non utilizzare o trasmettere a clienti retail). La presente è una comunicazione di marketing.
Questo documento viene distribuito unicamente a scopo informativo e non deve essere considerato rappresentativo di un particolare investimento. Non costituisce un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsivoglia titolo o altro strumento finanziario, né alla fornitura di servizi o consulenza in materia di investimenti. Investire comporta dei rischi, tra cui il rischio di perdita del capitale. Il capitale è a rischio. Il rischio di mercato può riguardare un singolo emittente, settore dell’economia, industria ovvero il mercato nel suo complesso. Il valore degli investimenti non è garantito e di conseguenza gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito. Gli investimenti internazionali comportano alcuni rischi e una certa volatilità in ragione della potenziale instabilità politica, economica o valutaria e di principi contabili e finanziari differenti. I titoli nominati nel presente documento sono forniti a scopo illustrativo, sono soggetti a variazioni e non vanno interpretati come una raccomandazione di acquisto o di vendita. I titoli esaminati potrebbero rivelarsi o meno redditizi. Le opinioni espresse sono valide alla data indicata, possono cambiare al mutare del contesto di mercato o di altre condizioni e possono differire da altre opinioni espresse da altre società consociate o affiliate di Columbia Threadneedle Investments (Columbia Threadneedle). Le decisioni di investimento o gli investimenti effettivamente realizzati da Columbia Threadneedle e dalle sue affiliate, per conto proprio o per conto di clienti, possono non riflettere necessariamente le opinioni espresse. Le informazioni contenute nel presente documento non costituiscono una consulenza d’investimento e non tengono conto delle circostanze specifiche di ciascun investitore. Le decisioni di investimento dovrebbero essere sempre effettuate in funzione delle esigenze finanziarie, degli obiettivi, delle finalità, dell’orizzonte di investimento e della tolleranza al rischio di ciascun investitore. Le classi di attivi descritte potrebbero non essere idonee per tutti gli investitori. I rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri e nessuna previsione deve essere considerata come una garanzia. Le informazioni e le opinioni fornite da terze parti sono state ottenute da fonti ritenute attendibili, ma non si rilascia alcuna garanzia in merito alla loro accuratezza e completezza. Il presente documento e i relativi contenuti non sono stati esaminati da alcuna autorità di regolamentazione.

Per l’Australia: pubblicato da Threadneedle Investments Singapore (Pte.) Limited [“TIS”], ARBN 600 027 414. TIS è esente dall’obbligo di detenere una licenza per i servizi finanziari australiana ai sensi del Corporations Act e fa affidamento sul Class Order 03/1102 per quanto riguarda la commercializzazione e l’offerta di servizi finanziari ai clienti all’ingrosso australiani secondo quanto definito nella Sezione 761G del Corporations Act 2001. TIS è regolamentata a Singapore (numero di iscrizione: 201101559W) dalla Monetary Authority of Singapore ai sensi del Securities and Futures Act (Chapter 289), che differisce dalle leggi australiane.
Per Singapore: pubblicato da Threadneedle Investments Singapore (Pte.) Limited, 3 Killiney Road, #07-07, Winsland House 1, Singapore 239519, regolamentata a Singapore dalla Monetary Authority of Singapore ai sensi del Securities and Futures Act (Chapter 289). Numero di iscrizione: 201101559W. Il presente documento non è stato esaminato dalla Monetary Authority of Singapore.
Per il Giappone: Pubblicato da Columbia Threadneedle Investments Japan Co., Ltd. Financial Instruments Business Operator, The Director-General of Kanto Local Finance Bureau (FIBO) numero 3281 e membro della Japan Investment Advisers Association.
Per Hong Kong: Pubblicato da Threadneedle Portfolio Services Hong Kong Limited 天利投資管理香港有限公司. Unit 3004, Two Exchange Square, 8 Connaught Place, Hong Kong, che ha ottenuto dalla Securities and Futures Commission (“SFC”) la licenza a svolgere attività regolamentate di Tipo 1 (CE: AQA779). Registrata a Hong Kong ai sensi della Companies Ordinance (Chapter 622), numero di iscrizione 1173058.
Per il Regno Unito: pubblicato da Threadneedle Asset Management Limited, registrata in Inghilterra e Galles, numero di iscrizione 573204. Sede legale: Cannon Place, 78 Cannon Street, Londra, EC4N 6AG. Autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority.
Per il SEE: pubblicato da Threadneedle Management Luxembourg S.A. Registrata presso il Registre de Commerce et des Sociétés (Lussemburgo), numero di iscrizione B 110242, 44, rue de la Vallée, L-2661 Lussemburgo, Granducato di Lussemburgo.
Per il Medio Oriente: il presente documento è distribuito da Columbia Threadneedle Investments (ME) Limited, che è regolamentata dalla Dubai Financial Services Authority (DFSA). Il presente documento intende fornire ai distributori informazioni sui prodotti e i servizi del Gruppo e la sua ulteriore diffusione non è autorizzata. Le informazioni contenute nel presente documento non costituiscono raccomandazioni finanziarie e sono riservate unicamente a soggetti con adeguate conoscenze in materia di investimenti e che soddisfano i criteri regolamentari per essere classificati come Clienti professionali o Controparte di mercato e nessun altro Soggetto è autorizzato a farvi affidamento.
Per la Svizzera: Threadneedle Asset Management Limited. Registrata in Inghilterra e Galles, numero di iscrizione 573204, Cannon Place, 78 Cannon Street, Londra, EC4N 6AG, Regno Unito. Autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority. Pubblicato da Threadneedle Portfolio Services AG, sede legale: Claridenstrasse 41, 8002 Zurigo, Svizzera.

Columbia Threadneedle Investments è il marchio commerciale globale del gruppo di società di Columbia e Threadneedle.
columbiathreadneedle.com

Post del blog correlati

21 Maggio 2024

Pauline Grange

Gestore di portafoglio, Azioni globali

Water in crisis – searching for solutions

With too much, too little or too toxic water the world is facing a water crisis. We explore key issues and challenges before highlighting some of the companies promoting better water management.
Read time - 3 mins
17 Aprile 2024

In search of sustainability – following Highway 101

Travelling down the US west coast we met 25 companies in five days. Learn more about the tech and healthcare businesses shaping our future.
Read time - 3 mins
30 Marzo 2022

Natasha Ebtehadj

Portfolio Manager, Global Equities

Le 3 "d" del futuro: decarbonizzazione, difesa e deglobalizzazione

La pace è come il cemento: i suoi effetti non sempre sono visibili, ma tengono insieme il tutto.
Tempo di lettura - 4 min

Potrebbero interessarti anche

Approccio d'investimento

Il lavoro di squadra ci differenzia ed è fondamentale per il nostro processo di investimento, che è strutturato per facilitare la valutazione, la generazione e l’attuazione di buone e solide idee di investimento per i nostri portafogli.

Fondi e Prezzi

Columbia Threadneedle Investments offre una gamma completa di fondi di investimento che rispondono ad un’ampia scelta di obiettivi.

Capacità d'Investimento

Il lavoro di squadra ci differenzia ed è fondamentale per il nostro processo di investimento, che è strutturato per facilitare la valutazione, la generazione e l’attuazione di buone e solide idee di investimento per i nostri portafogli.

Conferma i tuoi dati e visita il centro preferenze

*Campi obbligatori

Qualcosa è andato storto. Per favore riprova

Grazie. Ora puoi visitare il tuo centro preferenze per scegliere quali approfondimenti desideri ricevere via e-mail.

Per visualizzare e controllare quali approfondimenti ricevi da noi via e-mail, visita il tuo centro preferenze.