Volatilità di mercato e coronavirus: aggiornamento sulle performance
Insights

Volatilità di mercato e coronavirus: aggiornamento sulle performance

I mercati presentano livelli elevati di debolezza e volatilità, fatto prevedibile in una situazione di incertezza come quella causata dall’epidemia di Covid-19.

In alcuni giorni la caduta sembra coinvolgere indiscriminatamente tutti i titoli, mentre in altri i nostri migliori titoli registrano performance superiori alle aspettative. In una situazione di crollo dei mercati e di governi e banche centrali alle prese con il faticoso tentativo di comprendere la portata degli eventi, i nostri portafogli hanno fino a ora tenuto molto bene. Le aziende interessate sul piano operativo, come ristoranti, compagnie aeree e così via, stanno attraversando una fase di forte debolezza. Parallelamente, l’interazione nel mercato del petrolio tra Arabia Saudita, Russia e Stati Uniti ha determinato una forte debolezza del prezzo del petrolio, con ripercussioni anche sul settore dell’energia.

Dalla fine di febbraio non abbiamo dovuto effettuare molte operazioni nei fondi e ciò che abbiamo fatto è stato in larga parte incentrato sul “business as usual”. Non abbiamo riscontrato importanti problemi di liquidità e siamo riusciti a soddisfare tutti i requisiti dei clienti (attualmente non c’è alcuna necessità, ad esempio, di dover introdurre gate per i nostri fondi azionari europei). Nella nostra strategia focalizzata sulle società di piccole dimensioni, abbiamo ridotto alcune posizioni in cui i titoli hanno ottenuto buoni risultati in termini relativi, poiché hanno superato il nostro limite del 3% di esposizione a qualsiasi titolo. Abbiamo anche operato una riduzione in alcuni dei nomi a maggiore capitalizzazione. Takeaway.com, ad esempio, è diventata una grande azienda a seguito della fusione con Just Eat. Ci siamo mossi in questa direzione prevalentemente per finanziare i prelievi.

Guardando al futuro, è difficile giudicare con un elevato margine di certezza il risultato finale sul piano macroeconomico o medico. Non abbiamo un’idea molto chiara, ma non ce l’ha nessuno, inclusi medici e governi. La Cina, quanto meno, sta tornando al lavoro e sta registrando pochissimi nuovi casi; negli ultimi due giorni si sono addirittura azzerati1. L’Europa, invece, è molto indietro rispetto a questa traiettoria e la situazione in Italia e Spagna è davvero preoccupante. Se la Germania e il Regno Unito seguiranno lo stesso cammino, il problema sarà ancora più grave nel breve termine. La Cina sembra dimostrare, tuttavia, che questo virus forse non durerà a lungo e alcune aree dell’Italia settentrionale sembrano vicine alla fase di picco.

Crediamo ancora che gli effetti a lungo termine dovrebbero in generale aiutare il nostro stile d’investimento e che, dopo qualche shock a breve termine, potrebbe esserci una ripresa. I fondi di valore, ad esempio quelli che detengono titoli bancari, avranno un momento difficile a causa dell’aumento dei tassi di inflazione e della permanenza di tassi di crescita molto bassi. In una situazione di recessione, invece, l’obiettivo è mantenere modelli di business forti e resilienti, cosa che noi facciamo. Anche i nostri ciclici sono abbastanza forti da sopravvivere e conquistare quote di mercato man mano che i concorrenti scompaiono. In generale, in un mercato come questo può essere una buona idea non essere troppo attivi se si è ben posizionati all’inizio della fase: un mercato volatile indica bassi volumi di negoziazioni, e questo comporta maggiori; pertanto, effettuare transazioni al prezzo sbagliato e pagare commissioni elevate significherebbe sprecare il denaro dei clienti.

20 Marzo 2020
Francis Ellison
Francis Ellison
Gestore di portafoglio clienti
Condividi articolo
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Argomenti principali
Argomenti correlati
Condividi articolo
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Argomenti principali
Argomenti correlati

PDF

Volatilità di mercato e coronavirus: aggiornamento sulle performance

1Cina senza alcun caso a livello nazionale per il secondo giorno consecutivo, 20 marzo 2020

Informazioni importanti

Il presente materiale è realizzato a scopi puramente informativi e non costituisce un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsivoglia titolo o altro strumento finanziario, né alla fornitura di servizi o consulenza in materia di investimenti. Il riferimento a specifiche azioni o obbligazioni non deve essere considerato una sollecitazione all’acquisto. Le analisi riportate nel presente documento sono state effettuate da Columbia Threadneedle Investments ai fini delle proprie attività di gestione degli investimenti, potrebbero essere state utilizzate prima della pubblicazione ed essere state inserite nel presente documento per caso. Tutte le opinioni contenute nel presente documento sono valide alla data di pubblicazione, possono essere soggette a modifiche senza preavviso e non devono essere considerate una consulenza in materia d’investimento. Le informazioni provenienti da fonti esterne sono considerate attendibili ma non esiste alcuna garanzia in merito alla loro precisione o completezza. Il presente materiale include riflessioni su eventi futuri, tra cui previsioni di condizioni economiche e finanziarie a venire. Né Columbia Threadneedle Investments, né tanto meno alcuno dei suoi amministratori, dirigenti o dipendenti rilascia alcuna garanzia, dichiarazione o qualsivoglia altra assicurazione circa l’accuratezza di tali previsioni.

Analisi correlate

4 Gennaio 2022

Edward Al-Hussainy

Senior Interest Rate and Currency Analyst

Maggiore chiarezza nel 2022: politica monetaria e curva dei rendimenti

Il sostegno offerto dalla politica monetaria è destinato a diminuire nel 2022. Esaminiamo le implicazioni di questo sviluppo per i tassi e la curva dei rendimenti.
Tempo di lettura - 5 min
4 Gennaio 2022

Toby Nangle

Global Head of Asset Allocation & Head of Multi-Asset, EMEA

Asset Allocation 2021/22: analisi e prospettive

Dopo la brusca recessione causata dal Covid-19 nel 2020, la crescita economica globale ha conosciuto una ripresa nel 2021.
Tempo di lettura - 5 min
28 Dicembre 2021

Ann Steele

Portfolio Manager

Azioni europee: il segreto è una selezione dei titoli guidata da una ricerca meticolosa

Prima dell’arrivo della variante Omicron il 2021 è stato caratterizzato da una forte espansione e dal rischio di surriscaldamento dei mercati. Su entrambe le sponde dell’Atlantico i listini sono stati sostenuti da un boom dei profitti e, nel quarto trimestre, gli Stati Uniti sono apparsi eccezionalmente solidi.
Tempo di lettura - 5 min

Potrebbero interessarti anche

Approccio d'investimento

Il lavoro di squadra ci differenzia ed è fondamentale per il nostro processo di investimento, che è strutturato per facilitare la valutazione, la generazione e l’attuazione di buone e solide idee di investimento per i nostri portafogli.

Fondi e Prezzi

Columbia Threadneedle Investments offre una gamma completa di fondi di investimento che rispondono ad un’ampia scelta di obiettivi.

Capacità d'Investimento

Offriamo una vasta gamma di strategie e soluzioni d’investimento a gestione attiva che coprono mercati e classi di attività a livello globale, regionale e nazionale.