Azionario USA: due grandi temi in una fase di stabilizzazione dell’economia
Insights

Azionario USA: due grandi temi in una fase di stabilizzazione dell’economia

  • Mentre inizia la fase di ripresa, il team azionario statunitense lavora a stretto contatto con il team di ricerca fondamentale per analizzare due importanti temi che influiranno sul posizionamento settoriale e sulla selezione dei titoli nei prossimi mesi.
  • Il primo è la spesa per consumi. La situazione finanziaria delle famiglie è decisamente più solida rispetto alla fine delle precedenti recessioni, ma nel 2021 la spesa per consumi esibirà trend diversi da quelli osservati prima del Covid. L’“economia dell’esperienza”, emersa con vigore nello scorso decennio, evidenzierà la crescita più sostenuta. Ciò significa che il turismo, l’intrattenimento fuori casa e le spese per il tempo libero ne trarranno vantaggio. I viaggi d’affari non torneranno tuttavia ai livelli precedenti: il calo sarà significativo, pari forse addirittura al 50% rispetto ai livelli pre-crisi.
  • Il secondo tema riguarda l’aumento della leva operativa e della redditività dovuto al mutamento dei costi aziendali, in un contesto di recupero dei ricavi. Cercheremo di individuare le società che sono riuscite a ridurre in modo permanente i costi operativi durante la pandemia.
  • La presidenza di Joe Biden con un governo diviso potrebbe essere positiva per le utility (il trend a favore della generazione di energia più pulita dovrebbe proseguire a vantaggio delle aziende regolamentate), il settore immobiliare, i beni di prima necessità e i materiali. Le prospettive sono probabilmente meno rosee per la salute, l’energia e la finanza. Sono infatti diminuite le probabilità di aumento delle imposte societarie, il che è positivo per il settore finanziario, che tuttavia risente delle prospettive di un inasprimento normativo.
Ora che la prospettiva di poter accedere prossimamente a vaccini efficaci si fa sempre più concreta, la domanda principale che si pongono gli investitori nei mercati azionari statunitensi è come posizionare i propri portafogli in vista di un ritorno alla normalità dell’economia dopo lo shock del Covid-19.
Da tale interrogativo ne derivano molti altri. Quanto durerà il processo di normalizzazione? Si tratterà di una “nuova normalità” oppure di un semplice ritorno allo status quo pre-pandemia? Una nuova amministrazione alla Casa Bianca farà la differenza? E se sì, in quale misura?
In questo contesto il team azionario statunitense lavora a stretto contatto con il team di ricerca fondamentale per analizzare due importanti temi che influiranno sul posizionamento settoriale e sulla selezione dei titoli nei prossimi mesi.

La ripartenza sarà diversa rispetto alle fasi passate in cui le economie riemergevano da una recessione, poiché questa volta i bilanci delle famiglie appaiono molto più in forma

I consumatori statunitensi

Il primo è la ripresa dei consumi. Siamo convinti che la ripartenza dopo la pandemia sarà diversa rispetto alle fasi passate in cui le economie riemergevano da una recessione, poiché questa volta i bilanci delle famiglie appaiono molto più in forma. Malgrado le notevoli difficoltà provocate dal Covid-19 tra le fasce a basso reddito, molte famiglie a reddito medio-alto stanno uscendo dall’emergenza in ottima salute finanziaria. Il saggio di risparmio negli Stati Uniti è salito alle stelle nel corso del 2020 fino a un livello senza precedenti del 32% ad aprile,1 per effetto della mancanza di occasioni di spesa durante la pandemia, siccome la libertà di movimento dei consumatori era limitata e molte attività erano temporaneamente chiuse.
Ciononostante, riteniamo che i trend di spesa per consumi che emergeranno nel 2021 saranno diversi rispetto a quelli del mondo pre-Covid. Durante la pandemia, non potendo viaggiare e spendere denaro in strutture ricettive e attività di svago, i consumatori hanno iniziato a spendere maggiormente in beni per la casa. Ci aspettiamo un’inversione di questa tendenza con la ripresa della cosiddetta “economia dell’esperienza”, emersa con vigore nell’ultimo decennio. Il turismo, l’intrattenimento fuori casa e le spese per il tempo libero ne trarranno tutte vantaggio.
Tuttavia, la domanda dei consumatori in altre aree sarà molto probabilmente ridimensionata dall’accelerazione dell’”economia virtuale” osservata durante la pandemia, con attività, come le videoconferenze, che diventeranno parte della quotidianità. Riteniamo che il lavoro da casa rimarrà una realtà molto diffusa e che una porzione consistente dei viaggi d’affari (forse anche fino al 50%) non tornerà.
Tutto questo potrà avere ripercussioni importanti in molte aree. Gli schemi di utilizzo di trasporti di massa e occupazione degli uffici con tutta probabilità sono destinati a cambiare, mentre i ricavi nel segmento dei servizi rivolti agli impiegati d’ufficio nei centri delle città caleranno. Le compagnie aeree e le catene alberghiere posizionate in modo da beneficiare delle tendenze pre-Covid connesse ai viaggi d’affari dovranno probabilmente fare i conti con grosse sfide.

Un aspetto da tenere sotto osservazione: la leva operativa

Il declino a lungo termine dei viaggi d’affari è una parte del secondo grande tema che abbiamo identificato, ovvero l’aumento della leva operativa e della redditività dovuto al mutamento dei costi aziendali, in un contesto di recupero dei ricavi. Durante la crisi, le società hanno operato profondi tagli dei costi, posticipato la spesa per investimenti e riorganizzato i processi aziendali per salvaguardare i profitti e la liquidità. La nostra ricerca suggerisce che, mentre alcune dovranno necessariamente riaumentare alcuni costi di pari passo con la crescita dei ricavi, altre si sono riorganizzate in modo tale da mantenere le spese operative su livelli più bassi in via permanente.
Una delle nostre aree di analisi principali nei trimestri a venire verterà pertanto sull’identificazione delle società che hanno saputo ridurre i costi operativi in modo permanente durante la pandemia, ad esempio mediante la riorganizzazione e l’adattamento delle prassi lavorative in risposta a una crisi senza precedenti, oppure grazie al maggiore utilizzo di dati e tecnologie per ottimizzare le operazioni.
Ad ogni modo, l’ottimizzazione della leva operativa realizzata da queste società alimenterà ulteriori miglioramenti a livello di redditività lungo il prossimo ciclo di business. Da bravi investitori, dobbiamo anche cercare di capire quali società non riusciranno in quest’impresa e, a tale riguardo, l’intensità della nostra ricerca ci consente di sondare il terreno sul breve periodo per individuare i vincitori e i perdenti più a lungo termine.
Naturalmente, la nuova amministrazione USA avrà anch’essa un impatto sul panorama societario, anche se a nostro parere la spaccatura del Congresso ne limiterà la libertà d’azione. Ad ogni modo stiamo monitorando attentamente le nomine dei collaboratori del Presidente eletto Biden e le sue scelte per i vertici delle autorità di regolamentazione, nel tentativo di cogliere eventuali indizi sulla nuova direzione delle politiche.
Dalla nostra ricerca emerge che sotto la presidenza Biden emergeranno chiaramente vincitori e vinti a livello settoriale. Tra i primi vi saranno probabilmente i servizi di pubblica utilità, ad esempio, poiché è facile che la spinta verso la generazione di elettricità più pulita continui e vada a beneficiare le società regolamentate che operano in questo campo. Un governo diviso rende più difficile implementare una riforma fiscale; tuttavia, anche con un aumento più contenuto delle aliquote fiscali applicate alle società, le utility regolamentate possono trasferire l’onere agli utenti.

La nuova amministrazione USA avrà un impatto sul panorama societario, anche se a nostro parere la spaccatura del Congresso ne limiterà la libertà d’azione

Abbiamo individuato vincitori anche tra i beni di prima necessità, l’immobiliare e la tecnologia, mentre non siamo altrettanto ottimisti rispetto alla sanità, ai servizi di pubblica utilità e ai titoli finanziari; in quest’ultimo caso, tra l’altro, la situazione appare alquanto eterogenea. Le probabilità di aumento delle imposte societarie sono diminuite, il che è positivo per il settore, che tuttavia risente delle prospettive di un inasprimento normativo.
Per quanto riguarda il contesto politico, molti aspetti restano irrisolti. Ciò detto, siamo dell’idea che capire quale sarà la probabile performance delle singole società in un contesto dominato dai due grandi temi identificati (ripresa dei consumi e cambiamenti a livello della leva operativa delle aziende) porterà opportunità notevoli nei prossimi trimestri. La situazione si presta nettamente a un approccio bottom-up e attivo alla selezione dei titoli, basato sulla ricerca fondamentale.
15 Dicembre 2020
Nicolas Janvier
Nicolas Janvier
Head of US Equities, EMEA
Share article
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Argomenti principali
Argomenti correlati
Share article
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Argomenti principali
Argomenti correlati

PDF

Azionario USA: due grandi temi in una fase di stabilizzazione dell’economia

Informazioni importanti

Il presente materiale è realizzato a scopi puramente informativi e non costituisce un’offerta o una sollecitazione all’acquisto o alla vendita di qualsivoglia titolo o altro strumento finanziario, né alla fornitura di servizi o consulenza in materia di investimenti. Il riferimento a specifiche azioni o obbligazioni non deve essere considerato una sollecitazione all’acquisto. Le analisi riportate nel presente documento sono state effettuate da Columbia Threadneedle Investments ai fini delle proprie attività di gestione degli investimenti, potrebbero essere state utilizzate prima della pubblicazione ed essere state inserite nel presente documento per caso. Tutte le opinioni contenute nel presente documento sono valide alla data di pubblicazione, possono essere soggette a modifiche senza preavviso e non devono essere considerate una consulenza in materia d’investimento. Le informazioni provenienti da fonti esterne sono considerate attendibili ma non esiste alcuna garanzia in merito alla loro precisione o completezza. Il presente materiale include riflessioni su eventi futuri, tra cui previsioni di condizioni economiche e finanziarie a venire. Né Columbia Threadneedle Investments, né tanto meno alcuno dei suoi amministratori, dirigenti o dipendenti rilascia alcuna garanzia, dichiarazione o qualsivoglia altra assicurazione circa l’accuratezza di tali previsioni.

Analisi correlate

19 Maggio 2022

Neil Robson

Responsabile Azioni globali

Obesità: combattere un problema di salute sempre più diffuso

Sappiamo tutti che l'obesità è un grande problema di salute. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), colpisce 650 milioni di persone a livello globale, con una prevalenza di tre volte superiore a quella del 19751.
Tempo di lettura - 6 min
5 Maggio 2022

Pauline Grange

Gestore di portafoglio

Jess Williams

Portfolio Analyst, Responsible Investment

GLOBAL SUSTAINABLE OUTCOMES: Notizie e previsioni T4 2021

Mentre la parola “inflazione” ha nuovamente catalizzato l’attenzione dei mercati nel T4 2021, a dicembre un nuovo termine ha rubato la scena: Omicron. Poco dopo essere stata identificata da alcuni scienziati sudafricani, questa mutazione del Covid-19 ha iniziato a diffondersi con rapidità. I paesi di tutto il mondo sono stati presi dal panico e hanno vietato l’ingresso a tutti i visitatori provenienti dall’Africa subsahariana, inclusa la mia famiglia che sarebbe dovuta arrivare a Natale, scrive Pauline Grange
Tempo di lettura - 5 min
31 Marzo 2022

Florian Uleer

Interim Country Head Italy

La coalizione rinnova il focus della Germania sul RI

La significativa rappresentanza dei Verdi nel primo governo di coalizione “a semaforo” tedesco dovrebbe rafforzare le ambizioni del paese di diventare un centro globale per la finanza sostenibile.
Tempo di lettura - 3 min

Potrebbero interessarti anche

Approccio d'investimento

Il lavoro di squadra ci differenzia ed è fondamentale per il nostro processo di investimento, che è strutturato per facilitare la valutazione, la generazione e l’attuazione di buone e solide idee di investimento per i nostri portafogli.

Fondi e Prezzi

Columbia Threadneedle Investments offre una gamma completa di fondi di investimento che rispondono ad un’ampia scelta di obiettivi.

Capacità d'Investimento

Offriamo una vasta gamma di strategie e soluzioni d’investimento a gestione attiva che coprono mercati e classi di attività a livello globale, regionale e nazionale.