Seconda direttiva relativa al mercati degli strumenti finanziari (MIFID II)

La direttiva MiFID II è una legge europea che integra la direttiva originaria (MIFID I), il cui obiettivo era aumentare la trasparenza degli investimenti e standardizzare gli obblighi di informativa per taluni mercati. A tutte le società finanziarie è stata infatti imposta una maggiore trasparenza in merito ai costi e agli oneri, che devono essere illustrati con modalità standardI

La direttiva MIFID II integra le conclusioni della revisione della direttiva MIFID I e il recepimento da parte dell’UE degli impegni del G20 in risposta alla crisi finanziaria del 2007/08.

La Commissione europea ha definito quattro obiettivi per la direttiva MIFID II:

  • Rafforzare la tutela degli investitori
  • Ridurre i rischi di un mercato disordinato
  • Mitigare i rischi sistemici
  • Incrementare l’efficienza dei mercati finanziari e limitare i costi superflui per gli operatori.
  • La direttiva MIFID II entrerà in vigore il 3 gennaio 2018 e modificherà il nostro modo di operare in Europa e nel Regno Unito. Avrà effetto anche sui clienti di tutto il mondo che investono nei nostri prodotti domiciliati in Europa e nel Regno Unito.

Per Columbia Threadneedle Investments e per i nostri clienti, le modifiche associate alla direttiva MIFID II rientrano in quattro aree principali:

  • Costi di ricerca
  • Costi e oneri
  • Mercato target
  • Politiche e procedure.
  • Ulteriori informazioni su queste quattro aree sono riportate a seguire.

Per domande inerenti alla direttiva MIFID II, si prega di leggere la nostra sezione Domande e risposte.

Ultimo aggiornamento del documento “Mercato target” il giorno 24 del mese marzo dell’anno 2020.

Costi di ricerca

La direttiva MiFID II stabilisce che le eventuali commissioni per l’attività esterna di ricerca sugli investimenti applicate a un fondo devono essere divulgate e comunicate agli investitori come un’unica commissione, e non raggruppate con altre.

In qualità di gestore attivo dei vostri investimenti, adottiamo un processo d’investimento che si avvale di accurate ricerche interne integrate da ricerche specialistiche di fornitori terzi. Questo ci consente di accedere in maniera selettiva a conoscenze più ampie per generare performance in tutte le nostre strategie.

Da gennaio 2018, i costi per le ricerche esterne che sosteniamo per vostro conto saranno a carico di Columbia Threadneedle.

Costi e oneri

La direttiva MiFID II ha standardizzato la comunicazione dei costi e degli oneri per ciascun fondo, obbligando tutti gli asset manager a utilizzare il modello europeo standard del settore (European MiFID Template, EMT).

Columbia Threadneedle utilizzerà l’EMT, il modello standard del settore, per comunicare i costi e gli oneri e assicurare la trasparenza ai nostri investitori, consulenti finanziari e distributori. Non pubblicheremo l’EMT sul nostro sito web, ma abbiamo integrato le informazioni fornite sui costi e sugli oneri.

Le spese possono variare da un fondo all’altro e tra le classi di azioni. Per ulteriori informazioni sulle spese specifiche si rimanda al Prospetto informativo del Fondo pertinente e alla pagina Fondi e Prezzi del nostro sito internet, dove è possibile cercare il proprio fondo in base al nome/ISIN.

Mercato target

Siamo tenuti a identificare e a comunicare il potenziale mercato target di ogni fondo (la categoria di investitori cui è rivolto). Tra le informazioni che forniremo agli investitori figurano:

  • Il tipo o i tipi di investitori per i quali il fondo è idoneo, alla luce delle loro esigenze, caratteristiche e obiettivi.
  • Dettagli sulla categoria o sulle categorie di investitori per i quali il fondo non è idoneo, alla luce delle loro esigenze, caratteristiche e obiettivi.

Per una descrizione sintetica del Mercato target di un fondo Columbia Threadneedle, cliccare qui.

Ultimo aggiornamento del documento “Mercato target” il giorno 9 del mese ottobre dell’anno 2020.

Politiche e procedure

La direttiva MiFID II obbliga le imprese ad aggiornare le loro politiche e procedure per riflettere le nuove disposizioni normative. Alcune delle politiche interessate sono:

  • Conflitti di interessi
  • Reclami
  • Governance dei fondi e dei prodotti
  • Tenuta delle registrazioni contabili.